Investigatore Privato

Investigatore Privato. Sin dai primi anni 50, nascita delle prime agenzie investigative, ad oggi, la figura dell’investigatore privato ha sempre suscitato fascino, curiosità, mistero e interesse nell’immag031WD76[1]inario collettivo. In Italia, una delle prime e più note agenzie di investigazioni, è stata quella di Tom Ponzi,  denominata “Tom Ponzi Investigazioni”. Per quasi un trentennio, sono state relativamente poche le agenzie investigative presenti nell’intero territorio Nazionale. La nascita esponenziale è avvenuta intorno alla seconda metà degli anni 80. Oggi, possiamo contare circa 2000 agenzie. Numerosi sono i film e telefilm ispirati alla figura dell’investigatore privato. Come non ricordare “Moonlighting” (agenzia Blue Moon) con Bruce Willis e il mitico “Magnum P.I.” con Tom Selleck? Nella realtà, inevitabilmente, qualcosa cambia. Quella dell’investigatore privato è una professione, seppur piena di soddisfazioni, davvero difficile. Molte persone, soprattutto giovani, non conoscendo la reale attività che svolgono gli investigatori privati, si propongono con entusiasmo alle agenzie investigative, con l’ambizione e il desiderio di intraprendere questo particolare mestiere. Solo pochi eletti però, riusciranno far carriera. L’investigatore privato è una persona davvero particolare. Sono molti gli aspetti che caratterizzano la figura di questo professionista: riservatezza, responsabilità, capacità organizzativa, intuito, fantasia, spirito di adattamento, disponibilità illimitata, caparbietà, resistenza agli stress fisici e psicologici, velocità decisionale, memoria visiva, concentrazione e molta, molta pazienza. L’investigatore privato non smette mai di imparare dal proprio lavoro: per raggiungere un discreto grado di esperienza in questo settore ci vogliono indicativamente 4-5 anni. Per poter esercitare professionalmente questo lavoro, oltre a svolgere l’attività investigativa vera e propria, l’investigatore privato è tenuto ad avere anche una buona cultura delle norme giuridiche in materia civile e penale, avere una buona conoscenza degli aspetti legali, un’ottima dimestichezza con gli strumenti tecnologici, nonché una buona padronanza dell’informatica e dell’elettronica. Altro aspetto importante è quello di avere una spiccata dote psicologica per gestire i rapporti con la clientela e per affrontare situazioni delicate, che in questo mestiere non mancano. Una figura piuttosto complessa quella dell’investigatore privato. L’investigatore privato svolge indagini nell’ ambito aziendale e privato. Svariate sono le investigazioni: i servizi spaziano dalla classica infedeltà coniugale alla ricerca persone, dalla concorrenza sleale all’assenteismo dipendenti, dal rilevamento di microspie alle indagini forensi informatiche, ecc. Ogni indagine è a sè, un’avventura da vivere, un caso da risolvere, una scommessa da vincere, una sfida da affrontare, una soddisfazione personale nel raggiungere l’obbiettivo per poi vedere i propri clienti soddisfatti del lavoro svolto. In ogni lavoro, se non c’è passione, non si va da nessuna parte, e in questo mestiere ce ne vuole davvero tanta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>