Perché richiedere un’analisi ambientale, telefonica o informatica?

Perché richiedere un’analisi ambientale, telefonica o informatica? Tutelare le informazioni, specialmente per chi tratta direttamente o indirettamente dati di carattere riservato, oggi più che mai, è di primaria importanza. riunione 2Quotidianamente utilizziamo strumenti tecnologici come il Telefono di rete fissa, il Cellulare, lo Smartphone, Notebook, PC, iPad, ecc.: strumenti attraverso i quali è possibile essere intercettati. Anche le conversazioni che avvengono nell’ambiente possono essere facilmente carpite mediante una semplice microspia o microregistratore occultato. Solamente un’accurata analisi ci consente di capire esattamente se siamo intercettati, se la nostra privacy è stata violata. Per avere un ottimo grado di sicurezza generale, bisognerebbe programmare ripetutamente le analisi in modo da monitorare costantemente gli ambienti in cui viviamo, produciamo, e gli strumenti con cui lavoriamo. Per effettuare una dettagliata analisi è necessario disporre di strumentazione dedicata altamente sofisticata, strumentazione che solamente poche agenzie investigative Italiane hanno. Hardware e soprattutto Software devono essere sempre aggiornati al fine di rilevare le ultimissime tecnologie messe in atto per carpire informazioni. In questo importante e specifico settore le competenze professionali di molti investigatori privati, sono veramente scarse, per non dire nulle: oltre a non avere gli strumenti consoni alla tipologia di lavoro richiesto, non rilasciano alcuna relazione al termine delle ipotetiche analisi svolte (Bonifiche Ambientali). Richiedere un’analisi ambientale, telefonica o informatica comporta una spesa che può essere considerata onerosa, ma vista in un’ottica in termini di sicurezza, di prevenzione e di contromisure da adottare, deve essere vista come un investimento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>